Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 21 Gennaio 2021

Grecia-troika: accordo

Il ministro delle Finanze greco, Yannis Stournaras, ha raggiunto un accordo con i rappresentanti di Ue, Bce e Fmi sulle nuove misure di rigore richieste dall'Ue e dal Fondo monetario.

Stournaras al temine dei suoi colloqui in teleconferenza ha confermato l'accordo con la troika: "E' tutto finito, il pacchetto delle misure di austerità è stato finalizzato".

"La troika ha fatto un passo indietro sugli indennizzi e la durata del preavviso in caso di licenziamento". Ha affermato il ministro delle Finanze greco.

Stournaras ha precisato che, riguardo al bonus di sei mensilità concesso a chi ha lavorato per oltre 16 anni, la troika ha accettato di aumentarlo a 2.000 euro (dai 1.800 proposti inizialmente), mentre il periodo di preavviso in caso di licenziamento diventa di quattro mesi invece dei tre richiesti. Non è certo, però (almeno per ora) se il leader di Sinistra Democratica Fotis Kouvelis accetterà l'accordo, giudicando cioè le modifiche sufficienti. Non è neppure chiaro se il 'pacchetto' di misure verrà presentato in Parlamento come unico disegno di legge, con i tagli da 13,5 miliardi di euro, le 89 riforme che la troika considera indispensabili per la concessione della nuova tranche di aiuti e le riforme nel settore del lavoro. Oppure se il ministro delle Finanze presenterà due disegni di legge separati in modo di dare la possibilità ai parlamentari di votare separatamente a favore delle misure di austerità e, se lo desiderano, contro la riforma del lavoro.

"Sono stati fatti dei progressi ma restano cose da definire". Lo ha detto Mario Draghi, rispondendo a una domanda sulla Grecia in conferenza stampa dopo la audizione davanti alle commissioni parlamentari del Bundestag. "Non posso commentare i roumors", ha aggiunto.

Il ministro delle Finanze greco ha dichiarato che la Grecia ha ottenuto dalla troika una proroga di due anni, dal 2014 al 2016, per ripianare il proprio deficit di bilancio. Il ministro, ha riferito Skai Tv, ha fatto le sue dichiarazioni in Parlamento. Ma subito sono arrivate le smentite.

Il presidente della Bce Mario Draghi ha smentito davanti alle Commissioni parlamentari del Bundestag che vi sia già una indicazione della troika per una proroga di due anni di tempo da concedere ad Atene. Lo ha detto, a margine del'audizione il segretario generale del Partito liberale tedesco Fdp Patrick Doering.

Anche il ministero delle Finanze tedesco ha smentito le indiscrezioni. Intervistato da una radio, il sottosegretario Steffen Kempeter ha chiarito che non é stata presa alcuna decisione in proposito e che il governo tedesco attende il rapporto della troika di Bce, Ue e Fmi: "Tutto il resto sono chiacchiere da bar".

"Non comprendiamo le ragioni per cui le elezioni italiane del 2013 debbano essere circondate da aspettative e timori particolari". Mario Monti, durante una conferenza stampa a palazzo Chigi, risponde così ad un giornalista che gli chiede se intenda restare alla guida del governo per assicura che le riforme avviate non si interrompano. "L'Italia è un grande paese democratico e un grande Paese membro dell'Ue", ha aggiunto il premier. "Quante elezioni si sono svolte dal 1957? Ci sono mai stati casi in cui l'Italia abbia creato particolare problemi, più di altri Paesi, all'Ue? Non credo". Inoltre, ha proseguito, "qualunque governo ci sia in Italia" dopo il voto, "sarà un governo che come gli altri dovrà muoversi all'interno delle regole e delle politiche decise nell'ambito dell'Ue, che impegnano i governi italiani, di qualunque colore essi siano, così come impegnano altri Paesi".

Poi sull'accordo Atene-troika: "Riteniamo di poter esprimere la nostra congiunta soddisfazione per questo passo avanti, se fosse confermato. Ci siamo sempre battuti per agevolare il percorso della Grecia a condizione che venissero fatti gli sforzi necessari", afferma Monti con il cancelliere austriaco, Werner Faymann.

"Il lavoro comune tra Austria e Italia si sviluppa in tempo realé, spiega il premier dopo aver mostrato al cancelliere austriaco un foglio. "Abbiamo visto insieme una notizia di agenzia di qualche minuto fa - spiega - che dice che 'la Grecia ha annunciato un accordo con la troika sul pacchetto di misure per mettere in carreggiata il piano di risanamento del Paese' ".
Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI