Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 03 Dicembre 2020

La Commissione Giustizia del Senato approva il testo che riforma la diffamazione a mezzo stampa

La commissione Giustizia del Senato ha approvato il testo che riforma la diffamazione a mezzo stampa, votando all'unanimità il mandato al relatore. Il testo esclude la carcerazione per il giornalista e fissa un arco di pene pecuniarie da 5 mila a 100mila euro a seconda della gravità del fatto e della diffusione dell'organo di informazione. Il ddl sarà probabilmente in aula domani, anziché oggi, in quanto necessita di qualche messa a punto, è stato precisato al termine dei lavori.
Nel testo approvato dalla commissione Giustizia (relatori Filippo Berselli del Pdl e Silvia Della Monica del Pd) si stabilisce che le nuove norme che puniscono il reato di diffamazione a mezzo stampa riguardano anche le testate giornalistiche che abbiamo anche un'edizione on line. Sono state escluse le altre testate diffuse esclusivamente in rete: "E' una riflessione di cui potrà farsi carico l'aula", ha detto Della Monica

Il relatore del Pd ha anche reso noto che, intervenendo sulla diffamazione a mezzo stampa, non si poteva lasciare il carcere solo per la diffamazione comune, quella compiuta da qualsiasi cittadino, e quindi la detenzione è stata eliminata anche in questo caso

E' stato ritirato, invece, l'emendamento di Giacomo Caliendo (Pdl) cosiddetto 'anti-Gabanelli', che mirava a rendere nulle le clausole contrattuali a tutela dei giornalisti, anche collaboratori e free lance, che addebitano all'editore il risarcimento sollevando il giornalista dalla responsabilità civile. "Caliendo l'ha ritirato quando ha visto che la commissione era contraria, ma non è escluso che lo ripresenti in aula", ha detto Felice Casson.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI