Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 26 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:542 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1265 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2000 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1532 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1510 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1479 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1755 Crotone

Governo, confedilizia: la locazione va salvata

Il Presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, ha dichiarato:

“Per ogni intervento sul settore immobiliare, quale che esso sia, deve attentamente essere valutato l’impatto che l’intervento avrà sul comparto delle locazioni. Vanno anzitutto rigorosamente distinte le seconde case tenute a disposizione della proprietà, dalle seconde e terze case destinate alla locazione. Va in particolare considerato che il mercato delle locazioni è, nell’attuale momento, di fatto assicurato unicamente dalla proprietà diffusa e non certo da quelle grandi società immobiliari che godono tuttora – esse sole – di consistenti privilegi fiscali che nessuno però tocca, neppure in emergenza. Locare immobili è oggi per un proprietario di casa un atto pressoché eroico, pieno di insidie e di imprevisti, a scarso (o nullo) ritorno economico. Un ulteriore aggravio fiscale sotto qualsiasi specie e voce, per gli immobili locati, ucciderebbe in particolare la forma di locazione a canone calmierato dalle organizzazioni della proprietà e dell’inquilinato, con dirompenti effetti sociali, specie alla vigilia della scadenza del blocco degli sfratti. Confindustria, dal canto suo, richiede l’esenzione da ogni nuova tassazione degli immobili delle imprese, ma è allora davvero incomprensibile che si tassi poi quel poco di locazione che è ancora rimasto e che invece va salvato e, anzi, potenziato se si vuole che riprenda in questo settore una forma di investimento che assicura quella mobilità dell’abitazione che è indispensabile rafforzare per favorire le trasformazioni imprenditoriali che si impongono e che, nell’uso diverso dall’abitativo in particolare (tuttora ingessato dalla legge dell’equo canone di 35 anni fa), rappresenta una forma di finanziamento indiretto dell’imprenditoria”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI