Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 01 Ottobre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:610 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1319 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2059 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1584 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1567 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1529 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1808 Crotone

Agricoltura e innovazione nel Sud conquistano i giovani

Agricoltura e innovazione possono essere un veicolo di sviluppo del Mezzogiorno d’Italia, conquistando i giovani e favorendo una modalità di crescita di un territorio, segnato, purtroppo, da un gap occupazionale e imprenditoriale. Secondo una recente indagine della Coldiretti, l’agricoltura, in questo periodo di crisi, è l’unico settore in controtendenza, cioè, che continua a crescere. E, in particolare, sono molti i giovani laureati che si danno a questo settore primario, con un nuovo entusiasmo. A questo punto c’è da dire, pure, che, oggi, le imprese agricole guidate da chi ha meno di trent’anni di sono moltiplicate. Ma c’è di più. I giovani imprenditori agricoli sono molto attenti all’informatizzazione, utile a rendere più efficace ed efficiente la fase di commercializzazione dei prodotti agricoli; la contabilità e la comunicazione esterna. Ancora, questi giovani scelgono, in prima battuta, di avviare l’attività agricola facendo ricorso ai finanziamenti pubblici (73%), soprattutto, utilizzando le misure del Piano di Sviluppo Rurale (primo insediamento (68%) e gli aiuti Pac (45%). E qui va detto, anche, senza mezzi termini, che c’è una grande attesa da parte di tanti giovani che vedono nei Piani di Sviluppo Rurale, un’opportunità di sviluppo economico e occupazionale. Peraltro, c‘è da dire, pure, che a crescere, nel settore agricoltura, è la domanda di livelli più elevati di professionalità, con particolare riguardo a figure specializzate in grado di seguire lo sviluppo di specifiche coltivazioni, la conduzione di macchinari oppure, la gestione di attività che, oggi, si sono integrate con quella agricola, all’interno dell’azienda, come la vendita diretta dei prodotti tipici locali. E dulcis in fundo, diciamo che se l’Italia riprende a crescere, secondo i dati dell’Istat, del 2015, agricoltura e innovazione possono essere utili per sbloccare i giovani, senza alcuna attività lavorativa, nel Mezzogiorno.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI