Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 18 Agosto 2022

Enzo Foglia, la seconda g…

Lug 28, 2022 Hits:471 Crotone

Al Taormina Film Fest tri…

Lug 20, 2022 Hits:475 Crotone

La nuova raggiera in oro …

Giu 30, 2022 Hits:651 Crotone

Imparare a realizzare un …

Giu 22, 2022 Hits:673 Crotone

Sacro Cuore: una devozion…

Giu 20, 2022 Hits:706 Crotone

La Fondazione D’Ettoris t…

Giu 14, 2022 Hits:1020 Crotone

A scuola da Tolkien

Mag 21, 2022 Hits:1007 Crotone

Dalle disuguaglianze alla questione meridionale

In primis, diciamo che se da un lato la data, 17 marzo 1861, ha una sua importanza per la nascita dello Stato italiano, dall’altro, nella stessa data, affonda le radici la, sempre attuale, questione meridionale, risultato di disuguaglianze tra il Nord e il Sud del Paese Italia. Ma c’è di più. Purtroppo, il Mezzogiorno è condannato, ancora, oggi, ad essere una società sottosviluppata, dove, in particolare, prevale la precarietà, un’economia di bassa produttività e un’illegalità diffusa nel mondo del lavoro (leggi: lavoro grigio e nero). Ancora, nel settore dei trasporti, continuano a prevalere le disuguaglianze tra il Nord e il Sud del Paese. Il Contratto di Programma prevede nuovi investimenti per 8miliardi e 571milioni, dei quali solo 474 milioni al Sud, rispetto ai 6miliari e 225 milioni impegnati al Nord. Poi, nelle città del Centro-Nord entrerà un treno ogni tre minuti. Sui convogli merci saranno caricati anche i Tir. Pertanto, va detto, senza mezzi termini che, così, il Mezzogiorno d’Italia si allontana, sempre più dal contesto europeo e seguirà, sempre più, una condizione di “declino secolare”, facendo prevalere una difficoltà della ripresa dello sviluppo e della crescita.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI