Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 26 Novembre 2022

Le 4 Stagioni di Vivaldi …

Ott 29, 2022 Hits:1236 Crotone

La Maschera d’Argento di …

Ott 29, 2022 Hits:1272 Crotone

Marco Vincenzi virtuoso e…

Ott 21, 2022 Hits:1549 Crotone

Affidato realizza il nuov…

Ott 04, 2022 Hits:2250 Crotone

Successo per il pianista …

Set 30, 2022 Hits:2654 Crotone

Confindustria Crotone ha …

Set 23, 2022 Hits:2724 Crotone

Kiwanis insieme all'Unice…

Set 20, 2022 Hits:2494 Crotone

Santa Severina - Tre gior…

Set 15, 2022 Hits:3530 Crotone

Bloccati i fondi per l'Autoimpiego

Segnaliamo che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale la sospensione dei fondi previsti dal D.LGS 185/00 - titolo II-  in favore dell'Autoimpiego e della microimprenditorialità' giovanile.
Tali agevolazioni si sono dimostrate una misura particolarmente utile ed efficace, con riferimento alla gestione ed al finanziamento dei fondi per l'imprenditoria giovanile, erogati dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) attraverso Invitalia.
Infatti questi incentivi hanno consentito nel Mezzogiorno l'avvio di tante nuove e valide piccole attività' imprenditoriali, con positivi e significativi riflessi occupazionali anche in tanti settori produttivi nell'indotto.
Esse hanno favorito, in tutti questi anni, la nascita di oltre 120.000 piccole aziende, soprattutto da parte di persone disoccupate ovvero in cerca di prima occupazione, prevalentemente giovani e donne, con l'occupazione stabile di circa 220.000 persone ed effetto moltiplicativo nell'indotto. Da mettere in evidenza come il tasso di sopravvivenza a 5 anni delle start up avviate risulta superiore all'80% (fonte INVITALIA).
Un recente studio del Parlamento Europeo dimostra come l’Autoimpiego e Smart&Start sono tra le policy di maggior successo applicate in Europa a sostegno dell’autoimprenditorialità.
Lo dice il rapporto diffuso il mese scorso dal Parlamento Europeo, sulle migliori iniziative a sostegno dell’occupazione e dell’imprenditorialità giovanile negli Stati membri. A confronto le iniziative avviate in Francia, Germania, Italia, Spagna, Irlanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Grecia, Danimarca, Polonia ed Estonia.
L’analisi condotta espone punti di forza e di debolezza degli strumenti esistenti e cita, tra le esperienze di successo, le misure a sostegno della creazione d’impresa e delle startup innovative gestite da Invitalia: il D.Lgs. 185/00 e Smart&Start.
Lo studio “The availability and use of assistance for Entrepreneurship to Young People” è online sul sito del Europarlamento.
Nonostante le sollecitazione da parte di tecnici e professionisti, incontri presso la Presidenza del Consiglio alla presenza del Sottosegretario Gozi, con alcuni parlamentari sensibili alla problematica – On. Iannuzzi, On. Covello, On. Sgambato, On. Famiglietti- sollecitazioni al già Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio attuale ministro Delrio, ad oggi non ci sono stati positivi riscontri.
Sono state presentante delle interrogazioni parlamentari i cui primi firmatari sono Iannuzzi Tino (PD)  e On. Bergamini (Forza Italia) ma ad oggi il governo non ha ritenuto rispondere sulla delicata questione del mancato rifinanziamento della legge sull’autoimpiego che riguardano migliaia di giovani disoccupati del Mezzogiorno.
Il centro-sud ha Bisogno di tutto fuorchè di ulteriori tagli. Pensare di eliminare i gia' pochi strumenti di sostegno all'imprenditorialita' giovanile significa predisporre un pericoloso percorso ad ostacoli che mortifica le possibilita' e le capacita' di
chi ha ancora voglia di investire e di fare impresa.
Le agevolazioni finanziarie presenti nel decreto ‘autoimpiego' sono spesso l'unico mezzo a disposizione di quei giovani che sognano di avviare una propria attivita' ma non hanno la possibilita' di accesso al credito. Non e' pensabile di eliminare questo tipo di incentivi in un periodo di drammatica crisi economica ed occupazionale e soprattutto in un territorio, come quello del centro-sud, gia' fortemente a rischio di desertificazione industriale e umana.
E’ paradossale che nonostante i risultati brillanti della misura, in un momento  storico in cui la disoccupazione giovanile è  al 44%, dopo i tanto annunciati slogan a favore del Sud, oggi,  dopo che si  è appena riunita la Direzione Nazionale del PD per discutere di Mezzogiorno, si sospendono le uniche misure in favore di tanti giovani del sud che vogliono avviare un'attività.

Valentino Tarateta - Commissione Finanza agevolata Ordine dottori commercialisti Campania
Raffaele Tarateta - Segretario Ordine Ingegneri Salerno

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI