Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 26 Gennaio 2021

Atene "non accetterà tagli a stipendi e pensioni"

Le trattative a livello tecnico tra Grecia e creditori "sono finite" ha detto un rappresentante del governo ellenico alla Bloomberg, ribadendo che Atene "non accetterà tagli a stipendi e pensioni" ma punta a "un avanzo primario più basso e alla ristrutturazione del debito". I negoziati, ha detto, continueranno a livello politico.

L'affermazione del rappresentante del governo ellenico vanno lette alla luce delle dichiarazioni fatte da Gerry Rice, direttore comunicazione del Fondo, che aveva spiegato come nelle trattative tra Grecia e creditori ci siano ancora "alcuni ostacoli notevoli sul piano delle riforme delle pensioni, delle tasse e dei finanziamenti".

Sono ore febbrili per scongiurare il Grexit. Il premier greco convoca una riunione d'urgenza. Intanto secondo i media tedeschi, dopo i vani tentativi degli ultimi giorni, la Merkel avrebbe perso le speranza di evitare il default greco.

"Non si può interpretare la decisione del Fmi come un ritiro dai negoziati, credo che una soluzione sia necessaria, ho passato molto tempo con Tsipras ieri e mi aspetto di passarne ancora nei prossimi giorni": lo ha detto il presidente della Commissione Jean Claude Juncker rispondendo a una domanda sulla Grecia.

"Il nostro atteggiamento non è cambiato. Lavoriamo affinché la Grecia resti un membro dell'eurozona" ha detto il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sulle indiscrezioni della Bild, per la quale la cancelliera si starebbe preparando al fallimento di Atene e a un Grexit.

Il premier greco Alexis Tsipras ha convocato una riunione urgente al Megaro Maximou, la sede del governo ellenico ad Atene, per discutere con alcuni ministri degli ultimi sviluppi dei cruciali negoziati in atto con i creditori del Paese come riferisce l'agenza Ana-Mpa secondo cui alla riunione prendono parte il leader del partito Anel (partner nella coalizione di governo con Syrizia) e ministro della Difesa Panos Kammenos, il vice premier Yannis Dragasakis, il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis e il Ministro dell'Economia Giorgos Stathakis.

"Adesso anche Angela Merkel si prepara a un Grexit scrive oggi la Bild. "Dall'altro ieri notte" la cancelliera riterrebbe che "sia stato tutto inutile". Secondo Bild, dopo due ore di trattative a Bruxelles con Alexis Tsipras e Francois Hollande, alla fine Merkel avrebbe capito che probabilmente il fallimento è inevitabile. "Chiuso, finito, Grexit...", scrive Bild.
"Ho detto nei giorni scorsi, dove c'è la volontà c'è anche una strada. Ma la volontà deve venire da tutte le parti". Ha detto la Cancelliera tedesca, a Berlino, a proposito delle trattative con Atene.

Merkel ha poi citato l'esempio della Bulgaria e ha sottolineato, a proposito della Grecia, che "non è la prima volta che un paese deve fare delle riforme" in Europa. Parlando alle imprese familiari Merkel ha sottolineato che la "solidarietà si può ottenere in cambio di sforzi", e che "questo vale per tutti".

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI