Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 27 Novembre 2022

Le 4 Stagioni di Vivaldi …

Ott 29, 2022 Hits:1258 Crotone

La Maschera d’Argento di …

Ott 29, 2022 Hits:1297 Crotone

Marco Vincenzi virtuoso e…

Ott 21, 2022 Hits:1571 Crotone

Affidato realizza il nuov…

Ott 04, 2022 Hits:2263 Crotone

Successo per il pianista …

Set 30, 2022 Hits:2670 Crotone

Confindustria Crotone ha …

Set 23, 2022 Hits:2735 Crotone

Kiwanis insieme all'Unice…

Set 20, 2022 Hits:2512 Crotone

Santa Severina - Tre gior…

Set 15, 2022 Hits:3548 Crotone

Il Mezzogiorno in attesa del ministero del Sud

Sono questi i dossier aperti sul tavolo del Presidente del Governo, Matteo Renzi: dall’alta velocità, da portare al Sud(fino a Bari), alle opere incompiute, dal nuovo codice degli appalti, al trasporto pubblico locale. Poi, sono tre gli obiettivi del premierche ha preso l’interim delle Infrastrutture:1) completare i “progetti avviati e finanziati”, (c’è un elenco delle incompiute, oltre 700 che dovranno essere attentamente selezionate, vista la scarsità di fondi) ;2)cambiare marcia sugli appalti;3) far ripartire le infrastrutture che devono avere, un ruolo cruciale, per il rilancio dell’intero Paese. A nostro modesto avviso, il nuovo Ministero del Sud deve, in primis, accendere un “faro operativo” su questi dossier e obiettivi del Premier, Matteo Renzi; in particolare,dovrà occuparsi dell’alta velocità da portare al Sud(fino a Bari) e della, ormai, storica opera stradale incompiuta, del Sud: la Salerno-ReggioCalabria. Ancora, il neonato ministero per il Sud deve puntare l’attenzione, su due altri obiettivi importanti per il Mezzogiorno: 1)il piano porti: l’idea da realizzare è quella di trasformare le autorità portuali in S.p.a;2) c’è, poi, un piano aeroporti, con una chiusura degli scali” improduttivi” e la decisione di puntare solo su 12 scali principali, lo schema è già pronto. E dulcis in fundo,noi diciamo, senza termini, che il neonato Ministero del Mezzogiorno dovrà avere come grande obiettivo: garantire trasparenza e tempi certi per le opere, individuare le responsabilità delle opere progettate e realizzate, mettere fine alla lievitazione dei costi dovuti al “girotondo” delle varianti progettuali.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI