Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 23 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:461 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1215 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1951 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1483 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1462 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1430 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1701 Crotone

Dall’agricoltura nuove opportunità per i giovani

Nell’ultimo quadriennio il totale degli iscritti alle lauree triennali in Agraria, nel   nostro Paese, è aumentato di, oltre, 2000 unità. Ma c’è di più. Assumono sempre più valore i dati sulla presenza di laureati fra i giovani capi di azienda, a tempo pieno, in agricoltura. Ancora, la Rete Rurale Nazionaleha lanciato, recentemente, la quarta edizione del concorso nazionale “Nuovi fattori di successo”, evidenziando che la formazione è uno dei fattori vincenti per i nuovi agricoltori. Ebbene, alcune Regioni italiane hanno fatto un passo avanti, creando nuove opportunità per questi nuovi agricoltori. La Regione Puglia ha creato un investimento di 28milioni di euro per portare internet veloce nelle aree rurali. In particolare, queste risorse sono destinate a realizzare la “banda larga” in agricoltura, che consentirà ai nuovi agricoltori di utilizzare internet in maniera più veloce e migliorare i contatti e, quindi, le opportunità, con i mercati internazionali. La Regione Lazio ha fatto un passo avanti, con il progetto “Terre ai giovani agricoltori”. In particolare, dopo i primi due lotti di terreni agricoli assegnati a settembre scorso, ne sono stati consegnati ai giovani imprenditori agricoli che hanno vinto il bando, altri cinque(saranno condotti in affitto per 15 anni con strumenti di credito agevolato). E dulcis in fundo, noi diciamo: c’è da augurarsi che queste due iniziative regionali diventino realtà in tutto il territorio nazionale, al fine di bloccare con determinazione la fuga all’estero di molti giovani laureati italiani.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI