Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 24 Novembre 2020

Nuovo appuntamento con il Made in Provincia di Brescia

Dopo il successo ottenuto dai precedenti eventi (organizzati nell'ordine presso l’Abbazia Olivetana di Rodengo Saiano, Villa Fenaroli di Rezzato, Palazzo Cigola Martinoni di Cigole e Castello Bonoris di Montichiari, in collaborazione con le amministrazioni locali e con il Centro Vitivinicolo provinciale), le splendide sale e il parco della storica dimora in Franciacorta sono pronti ad accogliere un nuovo appuntamento con il Made in Provincia di Brescia.

“In un momento in cui l'economia sta vivendo una profonda crisi - afferma l’on. Daniele Molgora, Presidente della Provincia di Brescia -, abbiamo deciso di insistere sull'elemento che dimostrava le maggiori criticità: il mercato interno. Per farlo è necessario coinvolgere il nostro territorio, con tutta la sua forza identitaria. Dobbiamo in primo luogo richiamare l'attenzione dei consumatori sulla qualità dei nostri prodotti, rendendoli consapevoli che comprare bresciano significa muovere la nostra economia e reinvestire risorse, favorendo le imprese che hanno deciso di non delocalizzare. Da qui è nato il marchio "MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA", affinché si possa far conoscere e diffondere la qualità bresciana, non solo nell’agroalimentare, ma anche in particolare attività artigianali.”

La provincia di Brescia è un luogo dal richiamo internazionale in materia di produttività. Brescia è sinonimo di  lavoro; significa imprese, la cui efficienza è apprezzata in tutto il mondo, per beni e servizi di altissima qualità, elementi vincenti per lo sviluppo dell'economia.

Le precedenti rassegne hanno registrato affluenze record: anche diecimila presenze, che non si sono limitate a visitare gli stand, ma hanno acquistato i prodotti, i beni e i servizi con grande soddisfazione degli espositori.

Questo indica che il Marchio d'Impresa e di Territorio è uno strumento utile per consolidare e creare nuove relazioni tra produttore e consumatore, tra imprenditore e clienti, tra imprenditore e imprenditore.

La rassegna offrirà ai visitatori un percorso tra le bellezze del territorio ricco di cultura, di storia e di tradizioni. “Il Salone del Gusto tutto Bresciano - precisa il neo Presidente del Consorzio Eccellenza Provincia di Brescia, Mauro Tognoli - proporrà le proprie eccellenze enogastronomiche quali formaggi, olio, vino, salumi, miele, confetture, dolci spezie, tanti prodotti di denominazione DOP e a denominazione DE.CO dei 20 Comuni aderenti al Marchio”.

“Made in Provincia di Brescia Territorio da Vivere - conclude Tognoli - accoglierà oltre 100 espositori, uno spazio dedicato al cooking-show, alla ristorazione e momenti di intrattenimento musicale, organizzati dalla fondazione Provincia di Brescia Eventi”.

Il più grandioso fra i palazzi di Erbusco è quello fatto costruire dai Martinengo fra il Cinquecento e il Seicento. Così ce lo presenta Fausto Lechi nell'opera “Le Dimore Bresciane”: "E' il fatto architettonico più importante e singolare fra le ville bresciane: importante poiché non è comune una costruzione di quell'epoca di così ampio respiro, singolare perché nessun'altra villa, anche nelle province vicine, le assomiglia nelle sue proporzioni così ben studiate. Nessun altro signore del tempo si sentì di imitarne le forme inconsuete.

Eppure essa è la traduzione in termine signorile, tardo cinquecentesco, di uno schema paesano, diffusissimo nella plaga". L'iniziatore dell'opera dovrebbe essere Cesare Martinengo (nato nel 1550). La costruzione e il completamento della villa si protraggono poi nel corso degli anni, tanto che modifiche e ingrandimenti verranno a cambiarne l'aspetto iniziale.

Le ali della villa si protendono alte sul declivio della collina, aumentando così la solennità dell'insieme. Il porticato - con le sue nove arcate in ciascuna delle ali e undici nel corpo centrale - sembra scandire un ritmo continuo, insistente come una sinfonia che gira attorno al vasto cortile erboso.

Le ali, verso sud, hanno una loro facciata, con due grandi archi, terminali del porticato, dai quali degrada sul giardino un'ampia scalinata.

Il giardino è chiuso verso strada da una cancellata neo-classica, mentre è tipico del Seicento l'arcone centrale d'ingresso, formato da due mezze colonne in pietra di Sarnico, appoggiate ad un muro nel quale si apre l'altissima arcata, ornata di una raggiera di bugne; le due colonne portano il frontone, pure in Sarnico.

L’impegno della Provincia di Brescia nell’ambito del rilancio delle attività produttive bresciane non si limita solo all’organizzazione di queste vetrine dell’eccellenza che, seppur di notevole importanza, rappresentano uno dei numerosi interventi messi in campo per supportare le nostre imprese. Infatti per concorrere al rilancio dell’economia locale, la Provincia punta sulla promozione e valorizzazione delle proprie eccellenze, avendo attivato i seguenti strumenti:

Un pacchetto di interventi per circa 800.000 euro per sostenere le nostre realtà produttive, con contributi a fondo perduto, destinati a:

- realizzare progetti di innovazione tecnologica nonché processi di internazionalizzazione e di aggregazione di imprese;

- facilitare l’accesso al credito delle PMI locali coprendo interamente i costi amministrativi per l’apertura di linee di credito attraverso i confidi;

- agevolare la partecipazione delle nostre PMI ad eventi fieristici in tutta Italia coprendo fino al 40% delle spese sostenute.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI