Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 26 Novembre 2020

La Grecia riacquisterà i propri buoni del tesoro

La Grecia comincera' al piu' presto, entro la settimana prossima, il riacquisto dei propri buoni del Tesoro nell'ambito dell'accordo con i creditori internazionali e ''ha il dovere di riuscire'' in questa operazione. Lo ha detto oggi il ministro delle Finanze greco, Yannis Stournaras, nel corso di una conferenza stampa all'indomani del raggiunto accordo Ue-Fmi sul debito greco. ''Il successo di questa operazione - ha aggiunto il ministro - e' un dovere patriottico e una questione di credibilita''' per la Grecia. Il programma di acquisto da parte dello Stato dei titoli nelle mani dei privati ''dovra' riuscire perche' contribuira' sensibilmente alla riduzione del debito. I soldi per questa operazione non sono compresi nei 44 miliardi di euro previsti dalla decisione dell'eurogruppo''. ''Non e' ora per i festeggiamenti, ora iniziano le difficolta''', ha detto ancora Stournaras secondo cui ''adesso e' ora di pensare come valorizzare questa grande occasione. I debiti dello Stato verso i privati gia' scaduti verranno pagati una parte entro la fine dell'anno e il resto entro la fine di febbraio 2013. La prossima tranche di aiuti arrivera' entro il 13 dicembre''. Stournaras si e' detto inoltre ''ottimista'' sul fatto che dopo la decisione dell'Eurogruppo il denaro portato all'estero dai greci ritornera' in patria ed ha precisato che ''gran parte degli 80 miliardi di euro esportati sono gia' rientrati''. Intanto La decisione sui piani di ristrutturazione, e il conseguente via
libera alla ricapitalizzazione tramite l'Ems, delle banche spagnole del 'gruppo 2' sara' presa il 20 dicembre. Lo ha annunciato il commissario Ue alla concorrenza Joaquin Almunia. Le banche coinvolte saranno Ceiss, Banco Mare Nostrum, Liberbank e Cajatres ma, ha assicurato Almunia, le necessita' di ricapitalizzazione saranno inferiori rispetto a quelle delle banche del 'gruppo 1', ovvero Bankia, NCG, Catalunya Banc e Banco de Valencia, che hanno ricevuto il via libera oggi..ma anche... 'L'economia tedesca soffre ora sensibilmente dell'indebolimento della domanda dall'eurozona e dal resto del mondo'', ha considerato Ferdinand Fichtner, responsabile degli studi sulla congiuntura di Diw.
''Per questa ragione - ha proseguito - le imprese rallentano gli investimenti, aggravando la situazione dell'economia''. Per i prossimi mesi Diw prevede inoltre una diminuzione degli occupati e una leggera crescita della disoccupazione. L'indebolimento della domanda verra' tuttavia in gran parte affrontato dalle imprese con contratti di solidarieta', cercando di evitare licenziamenti. Per il 2013 Diw si aspetta che lo stato positivo del mercato del lavoro e la crescita di stipendi e salari sostenga la congiuntura, insieme alla ripresa della domanda dall'Asia.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI