Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 20 Giugno 2019

Riunione  del comitato di emergenza  e monitoraggio gas presso il Ministero dello Sviluppo economico  .

Presieduta  dal Ministro Paolo Romani,  e con la partecipazione dal sottosegretario  Stefano Saglia , ha avuto come oggetto la valutazione  delle eventuali misure da prendere dopo la  sospensione delle forniture dalla Libia attraverso  il gasdotto  Greenstream .

Del Comitato fanno parte  rappresentanti della Direzione Generale  del Dipartimento dell’Energia  , l’autorità’ per l’energia e gas , tutte le imprese che gestiscono le infrastrutture  italiane di  stoccaggio e rigassificazione , Terna per le interrelazioni tra sicurezza dei sistemi del gas elettrico .

Il comitato ha concluso  che al momento non vi sia   alcuna esigenza di adottare misure aggiuntive,

infatti sono ancora disponibili negli stoccaggi nazionali oltre 3,8 miliardi di metri cubi , a cui si aggiungono i 5,1  miliardi dello strategico , inoltre si e’ valutato di incrementare  le procedure  per incrementare la produzione nazionale  .

L’Italia e’ prima in Europa , il Mister PMI . Si chiama Giuseppe Tripoli

Lo ha nominato il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani.

La  nuova figura  istituzionale  ha  lo specifico compito di occuparsi delle problematiche  delle piccole  e medie imprese  .

Dopo il cosiddetto Mister prezzi ha spiegato Romani   “e’  giusto che ci sia anche un mister  PMI ,  che si  occuperà’ di tutto quello che riguarda  le piccole e medie imprese “.

Il 14 marzo – ha così ricordato il ministro  c’e’ in discussione  la legge sullo statuto delle imprese  e’ sarà la persona che  avrà  controllo  della questione per il ministero dello sviluppo economico”.

Giuseppe Tripoli e’ nato a Catania ,  da maggio 2009 ricopre l’incarico di Capo dipartimento per l’imprese e l’internalizzazione  del ministero dello sviluppo economico .

E’ stato  segretario generale  dell’Unioncamere  dal 2001 al 2009  in  qualità di componente di Eurochambres (organizzazione  europea delle camere di commercio) .

Il Presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, ha dichiarato:

“Il varo in via definitiva, nella seduta di stamane del Governo, della cedolare secca sugli affitti (che la Confedilizia ha proposto anni fa e perseguito poi tenacemente, in tutti questi anni) rappresenta una svolta storica per il sistema fiscale italiano, prima ancora che un provvedimento determinante (nonostante qualche sbavatura) per ridare redditività alla locazione e per il rilancio, quindi, di un settore che solo può assicurare la mobilità delle forze del lavoro e delle masse studentesche sul territorio. L’introduzione in questi termini di una flat tax – che, ovunque è stata applicata, non ha fatto registrare che successi, sul piano della competitività e del progresso economico – è un segnale importante, è un precedente che esce fuori da nostri schemi tributari tradizionali e che può costituire la base per una riforma fiscale veramente innovativa, fondata sulla necessità ineludibile di affamare la bestia della spesa pubblica che caratterizza lo Stato moderno. La Confedilizia è lieta che il successo ottenuto con la conquista della cedolare possa segnare anche una via da perseguire in altri e più ampi settori, nel segno della promozione dello sviluppo”.

 

 

- Trasmettere alle giovani generazioni i valori di solidarietà, giustizia e legalità attraverso lo sport. E’ con questa finalità che il PON Sicurezza, il Programma cofinanziato dall’Unione Europea di cui è titolare il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, lancia l’iniziativa “IO Gioco LeGale”, che prevede la realizzazione di 100 impianti sportivi nelle quattro regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia).

Proprio in questi giorni, comuni e province delle regioni coinvolte stanno ricevendo dall’Autorità di Gestione del PON un avviso pubblico per la presentazione di progetti relativi alla realizzazione di tali impianti da scegliere alternativamente tra due tipologie: un campo polivalente coperto per la pratica delle più diffuse attività sportive di squadra (calcio a 5, pallacanestro, pallavolo) e un campo da calcio a 5 outdoor.

I progetti, da presentare utilizzando un modello semplificato dovranno rispondere ad apposite specifiche tecniche che saranno disponibili a breve per gli enti interessati.

I comuni che intendono presentare progetti dovranno trasmettere l’intera documentazione alla Prefettura competente per territorio entro il prossimo 11 aprile. La Prefettura avvierà quindi una prima selezione: le proposte considerate prioritarie verranno trasmesse alla Segreteria Tecnica del PON Sicurezza entro il 10 maggio.

Antonio Tajani, vice president of the European Commission

 

La Commissione europea ha avviato il servizio EGNOS "Safety-of-Life" destinato all'aviazione. Il sistema EGNOS consente un avvicinamento preciso e rende la navigazione aerea più sicura oltre a ridurre i ritardi, i dirottamenti verso altri aeroporti e le cancellazioni di voli. Inoltre questa tecnologia ad uso libero consente agli aeroporti di accrescere la loro capacità complessiva e ridurre i costi operativi. EGNOS consente inoltre di pianificare rotte più corte e maggiormente efficienti sul piano dei consumi con conseguente riduzione delle emissioni di CO2 nel settore aeronautico. EGNOS è un sistema di potenziamento basato su satellite che migliora l'accuratezza dei segnali GPS in tutta Europa ed è precursore di Galileo, il sistema globale di navigazione satellitare sviluppato dall'Unione europea.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e responsabile per l'industria e l'imprenditoria, ha affermato: "Sono estremamente compiaciuto di poter annunciare il lancio del servizio Safety-of-Life di EGNOS, un altro risultato tangibile dell'investimento dell'Europa nella navigazione satellitare. Esso accrescerà considerevolmente la sicurezza della navigazione aerea, recherà vantaggi economici agli aeroporti e alle compagnie aeree e contribuirà a ridurre le emissioni di CO2. L'industria aeronautica può ora avvantaggiarsi appieno del sistema."

EGNOS è stato lanciato nell'ottobre 2009 e da allora è disponibile per applicazioni aperte come ad esempio la navigazione personale e l'agricoltura di precisione. A partire da adesso il sistema è autorizzato previa certificazione e verifica per un uso nel campo dell'aviazione. Il servizio Safety-of-Life di EGNOS presenta i seguenti vantaggi:

  • Accresciuta sicurezza aerea: EGNOS consente avvicinamenti di precisione con una riduzione significativa dei rischi per la sicurezza, soprattutto in condizioni meteorologiche svantaggiose.
  • Riduzione dei costi operativi: il segnale EGNOS è fornito gratuitamente e richiede soltanto l'installazione di un ricevitore a bordo dell'aeromobile. Non è necessaria un'infrastruttura a terra.
  • Riduzione delle emissioni di CO2: EGNOS consente un tracciamento più efficiente delle rotte aeree e degli avvicinamenti con conseguente riduzione delle emissioni di carbonio.
  • Riduzione dei ritardi, dei dirottamenti verso altri aeroporti e delle cancellazioni: EGNOS consente intervalli più ridotti tra aeromobili negli aeroporti molto trafficati allorché si registrano condizioni meteorologiche sfavorevoli, il che comporta una riduzione dei ritardi, dei dirottamenti verso altri aeroporti e delle cancellazioni di voli.
  • Riduzione dell'inquinamento da rumore: le rotte aeree ottimizzate e le procedure "curved approach" rese possibili da EGNOS consentono agli aerei di iniziare la loro discesa più vicino alla pista limitando l'esposizione al rumore delle aeree vicine agli aeroporti.
  • Accresciuta capacità degli aeroporti più piccoli: l'avvicinamento con guida verticale consentito dal sistema significa che gli aerei possono atterrare in condizioni di visibilità limitata accrescendo così la capacità degli aeroporti, soprattutto quelli di dimensioni piccole e medie, che non possono permettersi le tecnologie alternative più costose.


Per poter usare il servizio Safety-of-Life di EGNOS gli aerei devono essere attrezzati di un ricevitore EGNOS e gli aeroporti devono disporre di procedure specifiche di avvicinamento EGNOS per le loro piste.

Contesto

EGNOS – il Servizio europeo di copertura per la navigazione geostazionaria – è costituito di transponder installati su tre satelliti geostazionari e di una rete a terra interconnessa composta di 40 stazioni di posizionamento e di quattro centri di controllo. L'area coperta da EGNOS comprende la maggior parte dei paesi europei e sarà estesa ulteriormente.

Per approfondimenti:

http://ec.europa.eu/enterprise/policies/satnav/egnos/safety-of-life-services/index_en.htm

http://filexchange.esn.eu/downloader/dl/b61ab295bc5bc2b3af7a913483e5b52aedbb81152e6ad9a5d7dc832865dc4dc5

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI