Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 25 Maggio 2019

Fondazione D'Ettoris: in …

Mag 23, 2019 Hits:169 Crotone

il nuovo romanzo di Mario…

Mag 23, 2019 Hits:184 Crotone

Alleanza Cattolica: …

Mag 23, 2019 Hits:170 Crotone

Le "Madonne nere…

Mag 21, 2019 Hits:245 Crotone

Il Cardinale Menichelli b…

Mag 14, 2019 Hits:535 Crotone

La Pallamano Crotone chiu…

Mag 14, 2019 Hits:539 Crotone

Cerrelli a Catanzaro con …

Mag 11, 2019 Hits:717 Crotone

I ragazzi della Frassati …

Mag 09, 2019 Hits:671 Crotone

Antonio Tajani, vice president of the European Commission

 

La Commissione europea ha avviato il servizio EGNOS "Safety-of-Life" destinato all'aviazione. Il sistema EGNOS consente un avvicinamento preciso e rende la navigazione aerea più sicura oltre a ridurre i ritardi, i dirottamenti verso altri aeroporti e le cancellazioni di voli. Inoltre questa tecnologia ad uso libero consente agli aeroporti di accrescere la loro capacità complessiva e ridurre i costi operativi. EGNOS consente inoltre di pianificare rotte più corte e maggiormente efficienti sul piano dei consumi con conseguente riduzione delle emissioni di CO2 nel settore aeronautico. EGNOS è un sistema di potenziamento basato su satellite che migliora l'accuratezza dei segnali GPS in tutta Europa ed è precursore di Galileo, il sistema globale di navigazione satellitare sviluppato dall'Unione europea.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e responsabile per l'industria e l'imprenditoria, ha affermato: "Sono estremamente compiaciuto di poter annunciare il lancio del servizio Safety-of-Life di EGNOS, un altro risultato tangibile dell'investimento dell'Europa nella navigazione satellitare. Esso accrescerà considerevolmente la sicurezza della navigazione aerea, recherà vantaggi economici agli aeroporti e alle compagnie aeree e contribuirà a ridurre le emissioni di CO2. L'industria aeronautica può ora avvantaggiarsi appieno del sistema."

EGNOS è stato lanciato nell'ottobre 2009 e da allora è disponibile per applicazioni aperte come ad esempio la navigazione personale e l'agricoltura di precisione. A partire da adesso il sistema è autorizzato previa certificazione e verifica per un uso nel campo dell'aviazione. Il servizio Safety-of-Life di EGNOS presenta i seguenti vantaggi:

  • Accresciuta sicurezza aerea: EGNOS consente avvicinamenti di precisione con una riduzione significativa dei rischi per la sicurezza, soprattutto in condizioni meteorologiche svantaggiose.
  • Riduzione dei costi operativi: il segnale EGNOS è fornito gratuitamente e richiede soltanto l'installazione di un ricevitore a bordo dell'aeromobile. Non è necessaria un'infrastruttura a terra.
  • Riduzione delle emissioni di CO2: EGNOS consente un tracciamento più efficiente delle rotte aeree e degli avvicinamenti con conseguente riduzione delle emissioni di carbonio.
  • Riduzione dei ritardi, dei dirottamenti verso altri aeroporti e delle cancellazioni: EGNOS consente intervalli più ridotti tra aeromobili negli aeroporti molto trafficati allorché si registrano condizioni meteorologiche sfavorevoli, il che comporta una riduzione dei ritardi, dei dirottamenti verso altri aeroporti e delle cancellazioni di voli.
  • Riduzione dell'inquinamento da rumore: le rotte aeree ottimizzate e le procedure "curved approach" rese possibili da EGNOS consentono agli aerei di iniziare la loro discesa più vicino alla pista limitando l'esposizione al rumore delle aeree vicine agli aeroporti.
  • Accresciuta capacità degli aeroporti più piccoli: l'avvicinamento con guida verticale consentito dal sistema significa che gli aerei possono atterrare in condizioni di visibilità limitata accrescendo così la capacità degli aeroporti, soprattutto quelli di dimensioni piccole e medie, che non possono permettersi le tecnologie alternative più costose.


Per poter usare il servizio Safety-of-Life di EGNOS gli aerei devono essere attrezzati di un ricevitore EGNOS e gli aeroporti devono disporre di procedure specifiche di avvicinamento EGNOS per le loro piste.

Contesto

EGNOS – il Servizio europeo di copertura per la navigazione geostazionaria – è costituito di transponder installati su tre satelliti geostazionari e di una rete a terra interconnessa composta di 40 stazioni di posizionamento e di quattro centri di controllo. L'area coperta da EGNOS comprende la maggior parte dei paesi europei e sarà estesa ulteriormente.

Per approfondimenti:

http://ec.europa.eu/enterprise/policies/satnav/egnos/safety-of-life-services/index_en.htm

http://filexchange.esn.eu/downloader/dl/b61ab295bc5bc2b3af7a913483e5b52aedbb81152e6ad9a5d7dc832865dc4dc5

le Marche 2

 

Eccellenza manifatturiera, lusso, bellezza e piacere enogastronomico: ci sono tutti gli ingredienti per fare delle Marche un “distillato d’Italia”, come ebbe a scrivere Guido Piovene.

Mancava solo far lavorare in sinergia tutti questi aspetti, creare un vero e proprio circuito del lusso marchigiano, capace di mettersi in mostra e di valorizzarsi al meglio. Ed è questo l’obiettivo di “Le Marche con stile”, ambizioso progetto presentato nel corso di un evento organizzato all’Hotel Excelsior di Pesaro.

Una serata all’insegna dell’esclusività e dello stile, dell’eleganza e dell’unicità, insomma degli elementi che caratterizzano la produzione manifatturiera marchigiana. Un parterre nutrito e pulsante, con oltre 80 imprenditori e 250 ospiti di prestigio, ha plaudito a questa iniziativa, vera e propria associazione dello stile, un circuito creato per mettere in rete le eccellenze imprenditoriali del nostro territorio e dar loro voce, promuovendo insieme la nostra regione ed il turismo leisure e di business.

Le Marche sono una regione al plurale – l’intervento di Vittoriano Solazzi, presidente dell’Assemblea legislativa regionale – e ciò ne esprime l’insita ricchezza. Dobbiamo solo imparare a comunicarle di più, puntando sulla qualità e sull’eccellenza, e mettendo in sinergia le diverse imprese. ‘Le Marche con stile’ costituisce appunto una grande operazione di marketing che ha l’intelligenza di segmentare il mercato ed offrire prodotti mirati alle diverse nicchie di settore”.

E uno sguardo alla mostra artistica allestita nei locali dell’Excelsior non lascia adito a dubbi: manufatti artigianali come opere d’arte, creazioni uniche curate nel dettaglio a sottolineare lo stile marchigiano. Uno stile che il circuito, promosso da Nardo Filippetti, titolare dell’Hotel Excelsior e presidente di Eden Viaggi, e da Guido Guido, presidente di Ggf Group, vuole valorizzare attraverso azioni multicanale, a partire dalla pubblicazione di un elegante e prestigioso volume, distribuito in 15.000 copie sul territorio locale e nazionale, che offre una panoramica dettagliata delle bellezze della nostra regione e delle eccellenze imprenditoriali, selezionate e suddivise per settore di appartenenza. Ma c’è altro: dal sito internet (www.lemarcheconstile.com), un vero e proprio percorso per l’utente con guida allo shopping, agli eventi ed alle bellezze del territorio, al numero verde a disposizione per informazioni sui servizi offerti, fino alle loyalty card, che danno accesso ad una serie di servizi, sconti e privilegi messi a disposizione in esclusiva dalle strutture aderenti al circuito.

Un progetto che vuole dare un forte contributo alla cultura dell’ospitalità, come ha sottolineato Nardo Filippetti, “per ritrovare la solarità e la buona accoglienza che le Marche hanno perso, ma che è insita nella loro natura”. Un appello ad abbandonare l’individualismo e a fare sistema per valorizzare le eccellenze territoriali condiviso anche da Guido Guidi e da Sara Giannini, assessore regionale alle Attività produttive, che hanno sottolineato anche l’importanza di comunicare questa sinergia, mostrando che il vero lusso non è tanto l’opulenza, quanto il vivere bene apprezzando i propri valori ed il territorio che si abita. A celebrare l’innovatività del progetto, anche il senatore Francesco Casoli, l’onorevole Carlo Ciccioli, e Gloriana Gambini, assessore alla Cultura del Comune di Pesaro.

In tema di valutazione da stress-lavoro correlato (sic, come da legge) per la sicurezza sul lavoro, la Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro ha approvato, nella riunione del 17.11.‘10, le indicazioni per la valutazione dello stress lavoro-correlato (confluite poi nella lettera circolare 18.11.‘10, n. 23692, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali). L’art. 28, c. 2, d.lgs. n. 81/‘08, infatti, prescrive che “la valutazione dello stress lavoro-correlato è effettuata nel rispetto delle indicazioni di cui all’articolo 6, comma 8, lettera m-quater) (e cioè delle indicazioni di cui sopra) e il relativo obbligo decorre dalla elaborazione delle predette indicazioni e comunque, anche in difetto di tale elaborazione, a far data” dal 31.12.‘10 (termine come da ultimo prorogato).

La Commissione, nelle sue “Indicazioni”, provvede a definire lo stress-lavoro correlato ( “quello causato da vari fattori propri del contesto e del contenuto del lavoro”) e traccia la metodologia da seguire per effettuare la valutazione dello stesso (da parte del datore di lavoro, avvalendosi del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, con il coinvolgimento del medico competente, ove nominato, e previa consultazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza).

Nel documento si chiarisce poi che nelle piccole realtà, vale a dire “nelle imprese che occupano fino a 5 lavoratori, in luogo dei predetti strumenti di valutazione approfondita, il datore di lavoro può scegliere di utilizzare modalità (es. riunioni) che garantiscano il coinvolgimento diretto dei lavoratori nella ricerca delle soluzioni e nella verifica della loro efficacia”.

Infine, la Commissione chiarisce che “la data del 31 dicembre 2010, di decorrenza dell’obbligo previsto dall’art. 28, comma 1-bis, del d.lgs. n. 81/‘08, deve essere intesa come data di avvio delle attività di valutazione ai sensi” delle indicazioni in questione. I datori di lavoro che, prima dell’approvazione delle indicazioni metodologiche della Commissione, avessero comunque già provveduto ad effettuare la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato coerentemente con i contenuti dell’Accordo europeo del 2004, non devono ripetere l’indagine, ma sono tenuti, qualora si verifichino gli specifici eventi previsti dalla legge (quali, per esempio, infortuni significativi o modifiche del processo produttivo o della organizzazione del lavoro significative ai fini della salute e sicurezza dei lavoratori), all’aggiornamento della stessa.

Il Senato ha approvato, in prima lettura, la riforma della disciplina del condominio. Il testo è disponibile, nella versione collazionata dall’Ufficio rapporti parlamentari della Confedilizia, sul sito Internet della proprietà immobiliare (www.confedilizia.it). Il testo non recepisce la proposta della Confedilizia circa l’attribuzione al condominio della capacità giuridica, finalizzata a valorizzare l’amministratore di condominio e a facilitare i rapporti in ambito condominiale e con i terzi.

Al proposito, non pare che il Senato abbia colto la distinzione fra capacità giuridica e personalità giuridica, che invece è chiarita nella proposta di legge on. Duilio (ed altri) presentata alla Camera dei Deputati, la quale contiene appunto il riconoscimento al condominio della capacità giuridica, come previsto nella maggior parte dei Paesi europei.

La confusione fra personalità giuridica e capacità giuridica (“Sono emerse numerose perplessità sul riconoscimento ai condominii della capacità giuridica soprattutto in ragione della difficoltà di chiarire in che cosa poi tale personalità si debba sostanziare”: dichiarazione relatore sen. Mugnai resoconto seduta n. 205 del 17.11.‘10) ha indotto qualcuno a sostenere che, con l’introduzione di quest’ultima, si vorrebbe fare del condomino una società di capitali. Si tratta di un errore marchiano, evidente. Le società di capitali hanno personalità giuridica ed un’autonomia patrimoniale perfetta, da cui discende una netta separazione fra il patrimonio dell’ente e quello dei soci. Attribuire al condominio la capacità giuridica per determinati atti vuol dire invece, più semplicemente, riconoscere allo stesso la possibilità, per specifiche materie, di essere titolare di diritti ed obblighi.

 

Pur continuando il trend negativo del flusso turistico italiano verso la Finlandia, secondo i dati appena resi noti dall’istituto finlandese di Statistica, Tilastokesus, nel dicembre 2010 i pernottamenti di visitatori italiani, 14.940, nelle strutture ricettive finlandesi sono aumentati del 5% rispetto al dicembre del 2009. Un incremento maggiore, 19,2%,  quello registrato da spagnoli, seguiti da russi, +14,7%, e norvegesi,+ 12,5%. Nel periodo considerato, i giapponesi registravano un calo del -11,5%.

Peraltro, il numero complessivo di tali pernottamenti nel dicembre 2010 raggiungeva 1.259. 520, il + 6,3% sullo stesso periodo del 2009. Di questi, i 450.866 pernottamenti di stranieri costituiscono l’ 1,8% in più sul periodo citato.

Analizzando tutto il 2010, a fronte del del 2009, i pernottamenti, pari a 142.448, di visitatori italiani nelle strutture ricettive finlandesi diminuivano del 6,1 % .

Globalmente, i pernottamenti, 19 257 936, hanno registrato, nel 2010, un incremento complessivo del 3,7%; dei quali, la quota degli stranieri, il +2,4%.

Complessivamente, nonostante la crisi economica globale, la performance dei flussi turistici in Finlandia nel 2010 è stata positiva.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI