Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 18 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:333 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1136 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1872 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1407 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1381 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1354 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1625 Crotone

La vita di Antonio Fogazzaro

Tommaso Gallarati Scotti (Milano 1878-Bellagio 1966), scrittore, soldato, antifascista, ambasciatore, promotore di iniziative culturali e politiche, dedica a Fogazzaro (La vita di Antonio Fogazzaro, Morcelliana, Brescia 2011, pp.504, euro 30,00) pagine ricche di pathos e di spirito critico, ricche di osservazioni e ben documentate. Si legge nell’Avvertenza: "Tommaso Gallarati Scotti considera come definitiva l’edizione della Vita di Antonio Fogazzaro del 1963. Riteniamo tuttavia che la prima edizione pubblicata nel 1920 corrisponda maggiormente al pensiero e agli intenti dell’autore, che scrive subito dopo i dubbi e le domande sollevate a lui e al Fogazzaro dalle condanne e dal clima determinatosi con la crisi del modernismo. Per questo si è deciso di ristampare l’edizione del 1920”. E già l’Avvertenza introduce a capitoli difficili di storia del cattolicesimo italiano ed europeo. La Premessa è firmata da Gianfranco Ravasi, che di Fogazzaro sottolinea la salda fede cattolica:nei confronti di Ravasi si leva qualche voce critica proveniente da ambienti teologici ultraconservatori.

Gallarati Scotti racconta la vita di Fogazzaro dall’infanzia alla fine: la gioventù, gli studi giuridici non graditi, l’amore per la letteratura, la famiglia, i successi e gli insuccessi letterari. E soprattutto le opere e il pensiero. Antonio Fogazzaro (1842-Vicenza-1911) riflette sulla poesia, discute di scienza e fede,partecipa al dibattito culturale del suo tempo, al dibattito culturale e politico, ai movimenti di riforma religiosa. Le sue opere – Miranda, Valsolda, Malombra,Daniele Cortis, Il mistero del poeta, Piccolo mondo antico, Ascensioni umane, Piccolo mondo moderno, Il Santo, Leila- sono ampiamente studiate nella loro genesi, nel loro valore poetico e letterario, nella loro valenza filosofico-religiosa, nel loro spirito pedagogico. Saggi di notevole livello, che spiegano il mondo tormentato di uno scrittore grande e non sempre compreso. Gallarati Scotti ammira il Fogazzaro, ne sostiene e difende condotta e coerenza: ma non si astiene dal segnalare anche momenti controversi. Il suo profilo di Fogazzaro è la biografia più completa e credibile e apprezzabile dello scrittore vicentino. Il capitolo diciottesimo s’intitola La parola di don Giuseppe Flores:una testimonianza viva, un discorso che aiuta a leggere l’anima di Fogazzaro, che “non era un uomo fatto per vivere senza scrivere,senza agire” (p.371). Interessanti le Appendici, che comprendono il saggio di Maurilio Guasco (Gallarati Scotti. Per una nuova spiritualità del laicato), di Francesco Spera (Gallarati biografo e interprete di Fogazzaro), di Claudia Crevenna (Nota alle tre edizioni della Vita).

Figura eminente del rosminianesimo, Antonio Fogazzaro vive il dramma di Rosmini, fatto oggetto di persecuzioni e calunnie in ambienti ecclesiastici, e del modernismo. Non conosce di persona il Roveretano, ma ne segue la lezione con animo appassionato e convinto, e non condivide la posizione di tanti modernisti, coi quali dialoga serenamente: si dice “moderno”, non modernista. Perché moderno, studia e discute correnti e idee del suo tempo: l’idea di evoluzione ebbe per lui una “virtù esaltatrice. Per lui, il periodo degli studi sulla ipotesi di Darwin, fu uno dei più intensi della sua vita spirituale” (p.194). Tommaso Gallarati Scotti spiega parole e gesti di Fogazzaro asceta e si sofferma su lettere, appunti, pagine di diario, utili a costruire non solo l’itinerario intellettuale dello scrittore, ma anche il suo mondo intimo,umano e cristiano. Fogazzaro ama l’Italia, l’Italia conosciuta non su “qualche insipido manuale di storia”, l’ama “come una creatura viva”, una creatura “per la quale si andava a morire con gioia sulle barricate” (p.27). Credente fervido (dopo il ritorno alla fede), cerca nella Bibbia Iddio. Nella Bibbia “leggeva la storia sacra di Dio che discende verso la più piccola e la più grande delle sue creature e dell’uomo che ascende verso Dio” (p.104). Ama la Chiesa (e si sottomette alla sua disciplina) e ne auspica il rinnovamento nello spirito delle rosminiane Cinque piaghe”. Idee politiche e sincera ansia religiosa ispirano la sua arte e il suo impegno nella cultura e nella società. Figlio della Chiesa, contrario a devozioni irregolari, anticlericale, cattolico-liberale: auspica apertura, gesti di misericordia, dialogo. Un riformismo religioso e politico vissuto con straordinaria partecipazione. Un’Italia che si incammini sulle vie della giustizia, una Chiesa che sappia leggere le esigenze del mondo moderno. Fogazzaro condanna le miserie del mondo laico, ma nel contempo esalta la “più pura e gloriosa tradizione cattolica”. Scrive l’autore: "Ricordo con quale fuoco di entusiasmo egli parlasse a questo proposito delle più grandi figure di laici che avevano avuto una parte attiva nella vita della Chiesa. Dante e S. Francesco gli parevano due gigantesche figure…” (p.346).

Il libro è ricco di riferimenti a eventi e personaggi. Una storia d’Italia e una storia del cristianesimo. E’ ricco di riferimenti a uomini di Chiesa ( papi,cardinali, preti, teologi), letterati, politici, pensatori. Un libro di storia che la Morcelliana ha inteso ripubblicare come contributo al dibattito del nostro tempo.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI