Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 15 Aprile 2021

Il nuovo libro di poesie di Caterina Viola Scimeca

È uscito presso la Casa Editrice La Zisa di Palermo, il nuovo libro di poesie, massime e riflessioni di Caterina Viola Scimeca:
"Spalliere di appartenenza" .
Ci siamo sentiti per telefono per un'intervista per il Corriere del sud sul suo nuovo libro di poesie

Professoressa buongiorno, dove sei nata?

Sono nata nata a Baucina, un piccolo paese in provincia di Palermo.
Per anni ho insegnato nelle scuole elementari di Baucina e Misilmeri. Giovanissima ho pubblicato due volumetti di poesie in cofanetto:Tenerezze Perdute e Breve Sosta, presso la Casa Editrice di Bologna "Seledizioni".

Al mio paese ho dedicato un libro "Anfratti di amore", in cui,con riflessioni e versi, ho ripercorso momenti intensi della mia vita
La mia vita mi dice è legata a quelle strade/a quelle voci/a quella musica/a quei colori/a quel volo di rondine intrecciato/a quel garrire/a quel palpito di nivea attesa composta/a quell'incanto.

Cosa hai pubblicato nel passato Caterina?

Nell'aprile del 2009 ho pubblicato presso per la Casa Editrice Kimerik, la raccolta di poesie Tra le fessure del silenzio,che è stato tradotto in varie lingue. E noto il mio impegno per la difesa dei diritti degli animali, per una società più equa, in cui si dia risalto alla bellezza e grandiosità della Vita. Sin da piccola ho mostrato empatia per chi soffre, per i più deboli, attivandosi per aiutarli con iniziative e denunce verbali. Sono stati molti gli articoli apparsi sui giornali, in cui ho denunciato violenze verso i bambini, gli animali, gli indifesi.
Nel 2007 ho pubblicato la raccolta "In punta di luce", sempre presso la casa editrice Kimerik. Oggi mi rimetto in gioco con la pubblicazione "Spalliere di appartenenza".
"Fragili sono le spalliere della vita, solo quelle dei sogni sono spalliere solide di luce."

Cosa mi racconti del tuo nuovo libro di poesie?

"Spalliere di appartenenza" come avrai letto nel mio libro, è una raccolta in cui con le parole e i versi sto cercando il posto nel mondo:
spalliere solide di luce, che sappiano sorreggere dal mormorio continuo del tempo che appare instabile e fragile.
Tutto è fugace, nelle mani del vento, niente riesce ad essere stabile, marmorizzato in echi di assoluto. È nella poesia, in questo scavarsi dentro nel silenzio, in echi lontani, in dolci assonanze di bellezze sopite, che io ho trovato la sua sedia nel sole".

Nel nuovo libro di Caterina Viola Scimeca c'è in questa raccolta la voglia di un mondo migliore, da costruire con mani sapienti di neve, con sfolgorio di vita taciuti.Solo un sommesso travaglio interiore può allargarsi ed espandersi, rompendo confini e smagliature di attese;ponendo fine ad un circolo vizioso di violenze,che debbano trovare argine in nuovi circuiti di pace. È il mondo che ha bisogno di nuove spalliere.

È nelle piccole cose, come un filo d'erba, che l'autrice cerca le grandi,perché solo soffermandosi su   ogni minuzia si coglie l'incanto di quella immensa ragnatela di vita, in cui ognuno svolge il proprio lavoro, essenziale per il mantenimento di un sogno che non eguali:esistere.

Grazie Caterina per questa bella chiacchierata con il Corriere del Sud...

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI