Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 25 Ottobre 2021

Fede e poesia nutrimento dell'anima

In occasione di un recente Cenacolo letterario ho incontrato Mario Festa che, insieme a Linda Stagni, ha ideato il gruppo “Fede e Poesia”, al quale hanno aderito noti poeti provenienti da ogni regione italiana.

Ovviamente, le adesioni sono tuttora aperte e le liriche finora pervenute sono state pubblicate sul blog “Progetto d’amore”, organo ufficiale del gruppo.

Lo scopo è quello di divulgare messaggi afferenti la pace, la fratellanza e la solidarietà, in un momento storico particolarmente complesso, in cui l’uomo sembra aver dimenticato l’importanza dei valori fondanti all’interno del tessuto sociale.

Quest’anno si celebra il “Giubileo della Misericordia” su espressa volontà del Santo Padre e ciò costituisce un motivo in più per meditare, riflettere sulla rinascita spirituale e etica della nostra società.

La poesia, nobile arte letteraria, può rappresentare un valido ausilio ai fini della divulgazione di ogni sano principio.

Inoltre, Mario Festa ci parlerà del “Premio Città di Battipaglia”, un concorso internazionale di poesia che, grazie al successo riscosso nelle precedenti edizioni, è giunto alla IV edizione.

La poesia è l’arte letteraria che per eccellenza ha la funzione di trasmettere gli stati che risiedono all’interno dell’umano percorso emozionale, rendendoli soavemente fruibili e condivisibili. Quale messaggio intendete lanciare attraverso il gruppo “Fede e Poesia”?

Io e Linda Stagni ci proponiamo di lanciare un messaggio di amore, fratellanza, pace e solidarietà.

Mi rivolgo a lei che, insieme a Linda Stagni, ha dato origine a questo movimento. Come è nata l’idea?

L’idea di dar vita al gruppo “Fede e Poesia” scaturisce da questa riflessione:

Viviamo in una società  caratterizzata dal crollo dei valori, dal degrado e in piena decadenza educativa e morale;un tessuto sociale intriso di violenza, esagerato spirito di competizione, consumismo, affarismo…Quotidianamente i mass media ci presentano scene di efferata violenza, di sesso, ci parlano di scandali e malaffare. Egoismo, odio e malvagità sono i pilastri fondamentali del nostro vivere: una vera desertificazione delle coscienze. “Un mondo invecchiato - come ha dichiarato Papa Francesco - per le guerre, il peccato e la malvagità”.

Ma una società avulsa ai valori è destinata a morire. Dobbiamo “ri-costruire” un uomo nuovo, “ancorato” ai veri valori dell’esistenza.

La poesia è strumento di “salvezza” e può efficacemente contribuire alla rinascita spirituale e morale della nostra società, attraverso messaggi d’amore, di pace e di solidarietà e veicolando sani principi etico – religiosi.

Per concludere, Il gruppo “Fede e Poesia”, nasce per contribuire, attraverso la poesia, alla rinascita della nostra società.

Le poesie create dagli iscritti al gruppo “Fede e Poesia” sono presenti nel blog “Progetto d’amore”. Vorrebbe illustrarlo ai nostri lettori e nel contempo parlarmi della vostra antologia?

Le poesie del gruppo “Fede e Poesia”, pubblicate sul nostro blog: www.mariofestapoeta.blogspot.com sono pregevoli opere cariche di fede e di valori, scritte da autorevoli poeti, provenienti da diverse Regioni d’Italia.

L’idea di pubblicare l’antologia “La Voce del Poeta”, Edizioni Concilia Form nasce dal desiderio di:

- Dedicare un’Antologia alla Città di Battipaglia.

- Offrire pagine di visibilità ad autori affermati e a nuovi talenti.

- Raccogliere in un solo volume il meglio della produzione poetica dei finalisti del Concorso Internazionale di poesia “Premio Città di Battipaglia” e dei finalisti della Selezione on line.

“L’opera antologica è un “coro” di “voci” poetiche rappresentative del territorio nazionale.

“La Voce del Poeta”, strutturalmente, si presenta in forma originale.

Infatti, si articola in tre sezioni: Poesia, Arte e Attività economiche del territorio.

La copertina, affidata alla maestria di Linda Stagni, valorizza l’opera, attraverso i dipinti interni. Al suo interno sono raccolte significative poesie di validi autori, provenienti da tutt’Italia.

Anche quest’anno “CONCILIA FORM DI CONCILIA QUI” ha indetto la nuova Edizione del Concorso Internazionale di Poesia “Premio Città di Battipaglia 2016”, sotto il Patrocinio del Comune di Battipaglia e del Comune di Salerno. Da ciò si evince che le prime tre edizioni hanno ottenuto un lusinghiero riscontro. A chi si rivolge la vostra iniziativa?

Il nostro Concorso cresce anno dopo anno, regalandoci una gran gioia.

Ricordiamo con piacere che nel 2014 abbiamo ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica, quale alto riconoscimento della valenza culturale della nostra iniziativa.

Il Premio si rivolge a giovani autori (13 – 18 anni) e ad autori adulti residenti in Italia o all’estero.

Potrebbe parlarmi delle tre sezioni che costituiscono il premio letterario?

Il Premio si articola in tre sezioni:

SEZ. A: POESIA IN LINGUA ITALIANA A TEMA LIBERO.

SEZ. B: POESIA IN VERNACOLO A TEMA LIBERO (sono ammesse liriche espresse   in qualsiasi dialetto parlato in Italia con relativa traduzione in italiano).

SEZ. C: POESIA RELIGIOSA (il Natale o altri temi religiosi).

Per il bando completo consultare:

www.conciliaqui.com

rubrica: news

Quest’anno ricorre il Giubileo Straordinario della Misericordia, istituito da Papa Francesco, in un momento storico particolarmente travagliato da gravissimi conflitti e difficoltà per tutta l’umanità. Quindi, in questa edizione la vostra sezione dedicata alla poesia religiosa dovrebbe essere ancor più favorevolmente accolta?

La poesia religiosa, quale espressione della Fede, dovrebbe assolvere a prescindere un’importante funzione; ma particolarmente, in quest’anno, in cui ricorre il “Giubileo Straordinario della Misericordia”.

Ci auguriamo che un rilevante numero di poeti si dedichi alla poesia religiosa, per contribuire al progresso dell’Uomo.

E’ necessario riflettere, alla luce della Fede, sui gravi problemi che affliggono la nostra società, che vive una profonda crisi economica, politica e di valori.

I nostri poeti dovrebbero dedicare particolare attenzione alla famiglia, al perdono, al valore della preghiera e alla pace.

Ritengo molto interessante anche la sezione dedicata alla poesia in vernacolo, per un ritorno alle nostre radici culturali proprio attraverso i dialetti. Come è stata accolto questo particolare genere poetico negli anni precedenti?

La poesia in vernacolo è molto importante, ma non è stata accolta molto favorevolmente nelle precedenti edizioni. Pertanto, ci proponiamo di favorirne la crescita in occasione della IV Edizione del nostro Premio.

Cosa rappresenta per lei la poesia, in riferimento alla sua accezione filosofica?

La Poesia è voce dell’anima, espressione di creatività, aulica arte delcomunicare, balsamo vitale, sollievo per contrastare le quotidiane difficoltà.

La poesia fa bene a chi la scrive e a chi la legge…

Per me la poesia è vita e in qualche modo scandisce il ritmo dei miei giorni. Un’amica fedele, alla quale posso confidare tutto, che mi è sempre vicina, nei momenti di gioia e di dolore; un’amica che mi consola e mi sostiene, aiutandomi ad affrontare la vita.

Per concludere, vorrebbe parlarmi del suo rapporto con la Fede?

La Fede è il “cibo” quotidiano che nutre la mia anima.

La Fede, come affermato nella silloge “La luce della fede” e nella silloge “Coloriamo la Vita”, scritte da me e dalla poetessa Linda Stagni, è il felice incontro con il Signore, che cambia e rinnova vita; è il motore dei tempi, luce che illumina il nostro percorso terreno, guidandoci verso orizzonti di luce.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI