Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 28 Novembre 2023

Alla Frassati inaugurata …

Nov 07, 2023 Hits:650 Crotone

Book Baby Boom: una nuova…

Ott 25, 2023 Hits:970 Crotone

Mostra sul giudice Rosari…

Ott 18, 2023 Hits:1159 Crotone

Rigenerazione urbana per …

Ott 17, 2023 Hits:1224 Crotone

Incoronata la Vergine del…

Lug 31, 2023 Hits:3128 Crotone

Rimini, ottimi i risultat…

Lug 26, 2023 Hits:3201 Crotone

Book Baby Boom, personale…

Lug 13, 2023 Hits:3549 Crotone

Book Baby Boom: Leggere C…

Giu 30, 2023 Hits:3722 Crotone

Il concetto di giustizia in san Tommaso d'Aquino

 

CARNEA M F Concetto di Giustizia in S. Tommaso d'Aquino

Carnea Maria Francesca

Concetto di giustizia in S. Tommaso d’Aquino

VivereIn

pp. 154 € 15,00

Il testo consente un ripensamento fattivo, circa Giustizia e Intelligenza, non solo da un punto di vista teorico ma capace, piuttosto, di protendere verso un sano sviluppo della società e un più consapevole bonum per la persona.

La giustizia ha essenzialmente a che fare con l’altro, ed ognuno di noi è l’altro del suo vicino. Si resta affascinati frequentando il pensiero di Tommaso d’Aquino, in esso traspare acutezza speculativa, modernità, applicazione pratica, che sovrasta ogni tempo, che mai esaurisce il suo servizio d’ausilio per ogni epoca, ancor più per questa nostra, anelante senso compiuto di giustizia. L’Aquinate vive il suo tempo ma illumina anche il nostro, richiama alla comprensione della virtù della Giustizia, evidenzia come il compito primario di essa sia ordinare l’uomo nei rapporti verso gli altri, edificando se stesso per edificare il prossimo, al fine di costruire un sano bene comune, un rigenerato umanesimo.

Sopra la lex umana vi è, per s. Tommaso, la lex naturalis, e sopra questa la lex aeterna o legge divina. Lungi dall’oscurare la grandezza e la libertà dell’uomo, questa dipendenza dalla legge di Dio ne è, al contrario, la garanzia e il fondamento: libera da ogni altra schiavitù. Tutto ciò che mette l’uomo in contatto con l’assoluta perfezione che è Dio, gli accresce dignità e grandezza. Lo abbassa, al contrario, tutto ciò che lo subordina interamente a forze impersonali a lui inferiori, quali la materia, i vizi mondani di cui si rende oggetto. Sia mai l’occhio umano cieco alla verità, alla bellezza della propria vita, permanga in continua ricerca di lungimirante luce il suo agire, al fine di avere sana consapevolezza che nulla est caritas sine iustitia, sine intelligentia humilitate, capace di farci sperimentare come tutto ciò che viviamo, ciò che siamo, ciò che esiste, è buono di una perfezione limitata, raccolta in modo perfetto, eterno e infinito soltanto in Dio.

 

Maria Francesca Carnea, nata a Cirò (KR) nel 1968. Filosofa, poetessa, consulente di strategie di comunicazione. Laureata in Filosofia presso l’Università L.U.M.S.A., Roma, consegue i Corsi: Scuola di Liberalismo-Formazione Politica, Fond. Einaudi; Verità e libertà nella Teologia Morale, Pontificia Università Lateranense; La virtù di Giustizia secondo S. Tommaso, Pontificia Università S. Tommaso d’Aquino; Master di Giornalismo FirstMaster. Pubblicazioni: Libertà e Politica in S. Caterina da Siena. Privilegio e conquista per un pensiero volitivo e attuale, Ed. VivereIn, 2011; Cirò. Storia, Cultura, Tradizione. Tracce di Noi, Ed. VivereIn, 2011.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI