Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 20 Gennaio 2019

Open Day al Nautico

Gen 16, 2019 Hits:321 Crotone

Sanremo: i premi di Miche…

Gen 14, 2019 Hits:890 Crotone

La Beethoven tra Santa Se…

Gen 08, 2019 Hits:1112 Crotone

La befana fa visita al Re…

Gen 08, 2019 Hits:1099 Crotone

Una originale lettura di …

Gen 07, 2019 Hits:1116 Crotone

Maria Taglioni dance proj…

Gen 04, 2019 Hits:1395 Crotone

Rotary club Crotone e coo…

Dic 21, 2018 Hits:1517 Crotone

Ritrovate 37 pregevoli opere d'arte

I Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Tutela Patrimonio Culturale (TPC) durante una complessa attività d’indagine durata più di un anno, coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno, ha sequestrato 37 opere d’arte di epoca compresa tra il XVI e XX sec., tra cui spiccano per importanza cinque pale d’altare sottratte da due chiese della provincia de L’Aquila, chiuse al culto perché dichiarate inagibili a seguito del sisma del 2009.

Il gruppo criminale, effettuava furti di pregevoli opere d’arte che poi andavano ad arricchire l’arredo di alcune ville di lusso della costiera amalfitana, accrescendo il loro fascino per i turisti stranieri, che ne beneficiavano nei loro soggiorni di vacanza.

L’operazione, avviata a settembre 2017, s’inquadra nel novero delle attività preventive e repressive attuate dal Comando TPC e, in particolare, in quelle info-operative svolte sul mercato clandestino di beni d’arte, che hanno permesso di acquisire elementi su imprenditori che avevano, nella loro disponibilità, numerosi beni di natura antiquariale di probabile provenienza furtiva. Gli ulteriori approfondimenti investigativi, coordinati della Procura della Repubblica di Salerno, hanno consentito di identificare sia personaggi dediti alla ricettazione di opere d’arte antica, sia collezionisti, pronti ad acquistare beni culturali senza verificarne, pur di ampliare la loro raccolta, la lecita provenienza. Le successive perquisizioni e la comparazione delle immagini dei beni rinvenuti con quelli censiti nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando TPC, hanno confermato la corrispondenza di 37 opere, permettendo di risalire a 16 furti perpetrati, negli ultimi 20 anni, in varie province italiane e di denunciare svariate persone a piede libero.

Questo importante recupero consentirà, di rendere nuovamente fruibile al pubblico opere d’arte di inestimabile valore storico, artistico e devozionale, tra cui si evidenziano, per importanza, le cinque pale d’altare risalenti al XVII-XVIII sec., che verranno consegnate durante la cerimonia. 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI