Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 02 Luglio 2022

Volare alto, "Prima di Tutto Italiani" dedica l'apertura a Balbo

 

Volare alto. È l’apertura scelta per il nuovo numero di "Prima di Tutto Italiani", il foglio del Ctim diretto da Francesco De Palo in cui la metafora della trasvolata oceanica di Italo Balbo è presa in prestito per stimolare l’Europa a farsi maggiorenne.

 

Particolarmente ricco il nuovo numero con tra gli altri il vademecum di Claudio Antonelli sulle parole dell’Europa in crisi, il ricordo di Enzo Terzi dedicato a Bud Spencer, il corsaro genovese Francesco Gattilusio re nell’isola greca di Lesvos e il fondo di Roberto Menia dedicato a Nazario Sauro.

Da 83 anni il termine “Balbo” è sinonimo di una ingente formazione di aeroplani e negli Usa - si legge nel fondino di apertura - è ancora utilizzato per indicare una barba con il pizzo staccato. Luglio, nel gergo storico e patrittico, fa rima con la Crociera aerea del Decennale, detta anche Crociera Nord Atlantica o ancora Aerocrociera del Nord Atlantico.

"Si trattò della seconda ed ultima crociera aerea transatlantica di massa che si tenne tra il 1º luglio ed il 12 agosto 1933. Regista fu Italo Balbo in occasione del primo decennale della Regia Aeronautica e come vetrina per la Century of Progress, l’esposizione universale che si tenne a Chicago per il centenario della città. Con 25 idrovolanti SIAI-Marchetti disposti in 8 squadriglie, vi erano 52 ufficiali piloti, 1 ufficiale ingegnere e 62 sottufficiali specialisti. Il risultato? Un bagno di folla ovunque, con New York che intitolò a Balbo uno dei suoi viali.

E prima di ripartire verso Roma, fu ospite alla Casa Bianca del Presidente Franklin Delano Roosevelt". 

E aggiunge: "Volare alto e sempre più in alto sia un monito per il vecchio continente, oggi incredibilmente timoroso e depresso, sempre più bisognoso di abbeverarsi alla storia passata. Con l’auspicio che sia foriera di nuove pagine per quella futura. Senza conservatorismi o nostalgismi. Solo con quel coraggio e determinazione che oggi latitano a tutti i livelli".

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI