Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 05 Giugno 2020

Isola Capo Rizzuto - La r…

Giu 01, 2020 Hits:175 Crotone

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:295 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:386 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:430 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:423 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:577 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:604 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:783 Crotone

Pinacoteca di Bari: Sandro Chia e i guerrieri di xi 'an

Sta suscitando grandi emozioni la mostra dedicata a Sandro Chia, inauguarata lo  scorso 21 ottobre presso la Pinacoteca Metropolitana di Bari. Di particolare impatto visivo si annunciano le dieci grandi sculture, copie 1/1 in terracotta tratte da altrettanti elementi del celebre esercito di guerrieri dell’imperatore Qin Shi Huang ritrovate in Cina, nei pressi di Xi’an, nel lontano 1974, rielaborate dal grande artista toscano con la sua personale, vivacissima cromia, che costituisce una vera e propria “riappropriazione artistica”, capace di conferire nuova vita e nuovi significati a questi pezzi straordinari “archeologici”. L’effetto spiazzante prodotto dai guerrieri di Chia sarà ulteriormente accresciuto dal loro posizionamento nelle sale della collezione permanente della Pinacoteca di Bari, dove dialogheranno con icone, affreschi e sculture d’epoca medievale, col grande presepe in pietra di Paolo da Cassano, risalente ai primi decenni del Cinquecento e con la imperdibile sequenza di tavole e polittici di Antonio, Bartolomeo e Alvise Vivarini, tutti di provenienza pugliese. La mostra sarà arricchita inoltre dalle copie di sette bellissime teste di guerrieri di Xi’an, anch’esse “rivisitate” dalla audacissima policromia del Chia, da sedici grandi, coloratissimi monotipi, opere assolutamente uniche, non replicabili, i cui elementi caratterizzanti sono il segno e il colore intenso e vivace, e da dieci tecniche miste ispirate anch’esse al formidabile esercito cinese.

Il catalogo, edito da Papiro Art di Torino, e curato da Clara Gelao ed Enzo Di Martino, contiene i saggi introduttivi dei curatori e le foto a colori di tutte le opere esposte, riprese anche nel loro originalissimo allestimento nella Pinacoteca di Bari.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI