Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 05 Luglio 2020

Conclusa la Rassegna d'Arte Contemporanea "Adrenalina"

Adrenalina_1

Lo scorso 13 marzo 2015 si è conclusa la Rassegna d'Arte Contemporanea "Adrenalina" con una cerimonia di premiazione dei vincitori, che si è svolta a Roma, nella splendida cornice di Palazzo Ferrajoli.

Questo è stato il terzo ed ultimo step di un concorso che è diventato una fra i più attesi appuntamenti artistici della Capitale ed  ha visto partecipare Artisti e Performer di ogni nazionalità, richiamando, in ogni sua fase, l'attenzione di tantissimi visitatori, ospiti e giornalisti, anche per la tematica proposta in questa edizione: "Il mio Paradiso

La visione onirica di una personale stato emotivo o la surreale rappresentazione di un ambiente esoterico", dove ogni Artista con opere di scultura, pittura, poesia, musica e video-art ha espresso la propria creatività.

Il progetto "Adrenalina", incubatore di idee, è nato nel 2009 dall'idea del creativo Patron Ferdinando Colloca come biennale, che punta a scoprire nuovi talenti nell'arte, innovativi linguaggi contemporanei, in particolare verso quelle forme d'espressione ancora relativamente conosciute dal grande pubblico, come la musica elettronica e la pittura digitale.

In totale, 32 gli Artisti premiati nelle varie sezioni, per questa riuscitissima edizione del Premio, presentato nell'agosto scorso al "El Hotel Pasha" di Ibiza, per poi svilupparsi nei poli espositivi dello Spazio Factory "La Pelanda" di Testaccio Roma, ed infine approdare a Marino dove, all'interno dell'antichissimo Museo Civico, sono stati decretati i vincitori.

Gli Artisti sono stati selezionati da un comitato scientifico presieduto dal Curatore/Art Director Ferdinando Colloca e costituito da: Federico Bonesi, Federico Mollicone, Giovanna Mulas, Jaon Ribas, Roberto Mineo, Tonino Colloca, Alessandro Bedetti e Roberto Libera.

Tra gli ospiti intervenuti notiamo Carlo Micolano, famoso e storico regista dei fotoromanzi "Grand'Hotel" e Riccardo Modesti, sempre attivamente impegnato nelle sue iniziative nell'ambito del mondo dello spettacolo..

Nella sezione Poesia ed Arti Letteraria ha ricevuto il primo premio la nostra talentuosa e poliedrica collega Daniela Cecchini con la poesia "Proiezioni Interiori" Nel corso della serata ho avuto il piacere di intervistare il critico letterario Silvia Denti la quale, in merito alla lirica vincitrice "Proiezioni interiori di Daniela Cecchini,si è così espressa:

Queste interiorizzazioni che Daniela propone definendole 'Proiezioni', quasi a porsi in un'analisi tutta personale, in chiave assolutamente moderna ed innovativa, non possono non toccare nel profondo, poichè è proprio in seno agli intrecci ambigui del divenire di ogni essere umano, che si svela ogni

mistero. E' umano darsi un senso in questa nostra vita e qui la poetessa ripercorre 'l'indifferenza', che cola a pioggia come 'velo sulle nostre anime stanche'. Lei ha compreso che l'idea del progresso è una sorta di placebo, un pò un feticcio, per fomentare l'illusione, poichè ora siamo e poco dopo possiamo non essere più. 'L'orizzonte nuovo in prospettiva'

non è altro che il sogno, guai se così non fosse! Probabilmente, nemmeno una delle nostre cellule avrebbe più lo stimolo a riprodursi. Trovo la lirica molto piena, tantissimi gli spunti, alcuni passaggi in direzione dell'utopia per la salvezza del mondo, tipicamente tenera, idealista, bella nella sua purezza. Ecco, una scrittura pulita, chiara, lineare, ma mai scontata, anzi, tesa su un asse in movimento, in cui il positivo e il negativo si abbracciano, per non dissolversi. Il mare, l'alba, il tocco materno, la ballerina, la battigia: sostantivi che indagano su circuiti che impastano disgusto per quanto attorno accade. Come può l'essere umano intaccare tanta meraviglia? E l'autrice, facendone parte, se lo domanda. Ci costringe, proponendoci questa dolorosa riflessione, a fare la stessa cosa. Una spinta, un'unghiata necessaria per capire, forse, che è possibile fermarsi e rimediare, ri-sorgere, come fa

il sole ogni mattina, con raggi nuovi, vergini. Il suo insopportabile vivere, che sprofonda il mondo nella melma inetta, giunge a far invocare la speranza, 'non avvertendo traccia della solitudine', perchè non si è mai soli quando si sta veramente con se stessi. Bastano 'i gabbiani rauchi' a darci segnali, accordi sincronici, respiri d'universo. Ecco perchè, nella chiusa,

la poetessa riemerge dalla presa di coscienza e sublima la vergogna d'appartenere al genere umano di un oggi interminabile, associandosi al volo, lontana, molto lontana 'dall'ignavo qualunquismo'. Versi eleganti, dolcemente mossi, armoniosi e molto raffinati".

Il premio per la Poesia è stato conferito anche a Annarita Borrelli con la lirica "Il Mio Paradiso".

Nella sezione Pittura classica e Scultura è stato premiato, fra gli altri, Angelo Cortese, Artista eclettico, già anacronista e valente scenografo, si cimenta con un assemblage fatto di intrecci di ferro e rami, così come la vita terrena costringe a durezze e prigioni mentali. Con l'opera "La porta del Paradiso", con la quale ha vinto il primo premio e la menzione speciale,

egli racconta la necessità del peccato originale come forza vivificante e generatrice di nuova vita.

Ricca di suggestione anche l'installazione fotografica di Maurizio Gabbana, che oltre ad aver ricevuto il primo premio nella sezione Fotografia, Videoarte, Musica Elettronica, Pittura digitale, Arti grafiche, si è aggiudicata anche il Premio And Gallery, insieme a Maria Teresa Caminati.

Il premio on line è andato a Daniela Bellofiore, mentre il premio Scuole studenti Marino è stato conferito a Micaela Barbarossa.

Insomma, un bell'appuntamento con l'arte, che sicuramente si riproporrà il prossimo anno, con ancora tante altre novità.

Adrenalina_2

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI