Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 21 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:409 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1181 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1916 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1450 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1427 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1396 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1669 Crotone

Pompei ed Ercolano in mostra a Londra

538px-Terentius_Neo_e_la_Moglie

Terentius Neo e la moglie

 

La mostra “Life and Death in Pompei and Herculaneum”, allestita presso il BritishMuseum di Londra e aperta al pubblico dal 28 marzo fino al 29 settembre 2013, racconta il dramma delle vittime del Vesuvio, le loro vicende umane, il loro terrore, la loro quotidianità.

Il fascino delle due città, Pompei ed Ercolano, sepolte da una pioggia di cenere e lapilli dopo la furia dell’eruzione del Vesuvio, viene riportato in vita grazie a uno degli eventi culturali più suggestivi dell’anno.

Le abitudini della gente comune, le abitazioni, la vita di ogni giorno, viene ricostruita attraverso un percorso tra mobili e graffiti, gioielli e bassorilievi, che accompagnano il visitatore alla scoperta della vita nelle tipiche case romane prima dell’eruzione del 24 agosto del 79 d.C., che seppellì le due città romane sotto la cenere.

La mostra di Londra inizia con uno sguardo attraverso le strade della città, tra la sua gente, scrutando nella vita dei suoi abitanti, che guadagnavano i loro soldi come panettieri, pescatori, locandieri.

Dalle strade trafficate, lo sguardo si sposta verso gli spazi intimi di una casa, dove si viene trasportati dentro le vite ordinarie di quasi 2000 anni fa, prima dell’eruzione devastante.

Dall’atrio fino al giardino, attraverso la camera da letto e la sala da pranzo, questo viaggio nel passato permette di avvicinarsi agli antichi Romani, arrivando al cuore della vita di Pompei e Ercolano, esplorando le loro vite da vicino, non quelle di imperatori, gladiatori o legionari, ma quelle di donne, bambini e commercianti.

La mostra è il risultato di una stretta collaborazione con la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e di Pompei, che ha dato in prestito circa 250 reperti, molti dei quali non sono mai stati esposti al di fuori dell’Italia.

Oltre gli oggetti di uso quotidiano, sono in mostra anche i calchi tipici dei due scavi napoletani, che immortalano le persone sorprese dalla violenza dell’ eruzione. Un esempio sbalorditivo del materiale messo in mostra è il bellissimo affresco di Pompei che mostra il fornaio Terentius Neo e sua moglie esibenti gli instrumentascriptoria, in atteggiamenti di intellettuali, che dimostra quanto fossero colti e istruiti.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI